Feb 2024

La vita – un fiume prosciugato?

Tempo fa insieme ad un caro amico spolveravamo i ricordi di alcuni viaggi in Israele. Riportando alla mente il mio ultimo viaggio, mi sembrava di rivivere una l’impressione di una particolare situazione: attraversavamo il deserto del Negev e tutti eravamo affascinati dallo stupendo paesaggio. Ad un cero punto, mentre il bus passava un ponte sopra il letto di un fiume, tutti i passeggeri tacquero.
Eravamo completamente sorpresi dall’arido paesaggio che ci circondava. Davanti a noi si estendeva il letto di quel grande fiume, largo come il Rodano, che da migliaia di anni era senz'acqua.
Come se leggesse i nostri pensieri, Hefziba la nostra guida ruppe il silenzio e disse: "Vedete il letto di questo grande fiume, se seguiamo la logica vediamo che dalla sorgente fino alla foce c’è tutto, manca però l'essenziale, l’acqua! ”
Quella frase spinse i miei pensieri verso la nostra vita quotidiana. Non è spesso così anche con noi? Qualche volta somigliamo a quel fiume prosciugato nel deserto: dalla sorgente alla fonte c’è tutto il necessario, ma il senso della vita manca e tutto ci sembra vuoto. Avere da magiare a sufficienza ed un tetto sopra la testa non basta per dare un senso alla vita. Neppure la salute, la fortuna e l'amore umano riusciranno mai a soddisfare i nostri bisogni più profondi.
Tutte queste cose ci daranno sicurezza e gioia, ma si tratterà di sentimenti temporanei, poiché nel nostro cuore ci sarà sempre l'insoddisfazione ed un grande vuoto.
Abbiamo bisogno di Dio. Abbiamo bisogno dell'acqua sorgiva che solo Gesù può dare. Abbiamo bisogno dello spirito di Dio che ci riempia, ci trasformi, ci liberi e ci consoli. "Se qualcuno ha sete, (insoddisfazione e vuoto nel cuore), venga a me e beva", disse Gesù, "Chi crede in me... fiumi d'acqua viva sgorgheranno dalla sua vita." Giovanni 7:37-38.
Chi possiede questo tesoro inestimabile ha fondamentalmente tutto ciò che occorre per condurre una vita che abbia senso. Egli vivrà in relazione con Dio, il suo Creatore e Padre. Non avrà bisogno di aggrapparsi all'illusoria sicurezza che offrono le cose passeggere che ci circondano.

La ricerca della compensazione
Forse ci si chiederà come mai tantissime sette di ogni genere riescono ad attirare un crescente numero di persone. Persone che sembrano sensate ed intelligenti che si lasciano attirare dalle promesse illusorie dai tanti guru. Le loro promesse riescono a rassicurale temporaneamente e i loro sono processi d’integrazione giungono finanche al lavaggio del cervello, togliendo agli adepti la libertà di azione e il libero arbitrio.
Le loro promesse sono molto allettanti: “È te che voglio poiché sei particolare, la tua persona mi interessa. Tu non dovrai romperti il cervello, non dovrai fare altro che seguirmi ed io ti prometto che ti condurrò sulla buona strada. Io sono la soluzione ai problemi di questo mondo ed ho una risposta a tutto."
Non c’è quindi da meravigliarsi che trascinati da tali promesse, molte persone che hanno bisogno d'aiuto, di dedizione e di affetto, siano attirate da questi sobillatori. Conosco molte persone che si sono unite ad una delle tante promettenti sette e sono riuscite ad uscirne con fatica. L’ultimo caso concerne due fratelli che di notte sono scappati da un grande centro, dove gli adepti vivono senza contatti con il mondo esterno. I genitori e due figlie che fanno ancora parte della setta, non vogliono più avere contatto con loro e li minacciano.
Ma i guru e le numerose sette non sono l'unica sostituzione, purtroppo ne esistono molte altre come il lavoro, soprattutto se e interessante e ben remunerato. Questo per non parlare della droga e dell'alcol che danno un'effimera sensazione di benessere, nascondendo temporaneamente la miseria di una vita nella dipendenza.

La vera sorgente
Potremo senz'altro prolungare la lista dei rimedi effimeri. Quante altre dipendenze, quante altre illusioni, quante altre vite alla deriva?
Solo tu sei cosciente dello stato del tuo cuore. Tu solo sai se ti trovi su una strada costellata da illusioni che prima o poi si tramuteranno in delusioni, oppure se sei riuscito a trovare la risposta fondamentale al senso della tua vita.
Se il corso del tuo fiume è asciutto, ti manca la pace, la gioia interiore, il senso della vita, la Bibbia ti invita ad andare liberamente alla fonte: Gesù Cristo. Egli è morto per te ma è anche risuscitato e vive! Egli vuole aiutare tutti coloro che sono disposti ad accettarlo nel loro cuore, desidera aiutarli a ritrovare il senso della vita ed a ricominciarne una nuova.
Non so quali siano le tue sofferenze ed i tuoi desideri, ma so che per aiutarti Gesù Cristo si è caricato di essi. Se liberamente gli apri il tuo cuore, deponi ai suoi piedi i cocci della tua esistenza e gli chiedi perdono dei tuoi peccati, egli potrà entrare nella tua vita ed aiutarti a ricominciare con una nuova base. Per esperienza personale ti posso confermare che Gesù mantiene le sue promesse!•

 

  • Testo: Salvatore Farinato
  • Upload: Grazia Marano