Nicky Cruz: “Mi sono affidato alla misericordia di Gesù, che ha guarito il mio cuore e il mio spirito”.

L'evangelista ottantacinquenne noto per “La croce e il pugnale” afferma che “onestà” e “vulnerabilità” sono necessarie per predicare il Vangelo a una generazione solitaria.
“Non ho mai cercato l'amore, ma l'amore ha trovato me”. È il messaggio di Nicky Cruz, che a 85 anni ha raccontato la sua storia a più di 50 milioni di persone in tutto il mondo.
L'ex capo di una banda criminale negli anni '50 ha scritto 17 libri, tra cui la sua autobiografia „Corri, Nicky, Corri“. È noto soprattutto per il film classico La croce e il pugnale (1970) e ha parlato a migliaia di persone in Paesi europei come Francia, Norvegia, Russia, Ucraina, Albania e Finlandia.
In un'intervista rilasciata a Evangelical Focus in vista della sua partecipazione a un evento a Madrid, in Spagna, Cruz ha dichiarato che il suo obiettivo è portare le persone a Gesù, in un contesto attuale in cui la “solitudine” e la “mancanza di etica” danneggiano i giovani.
I giovani spesso vedono il suicidio come un'opzione, ha detto, cosa che lui stesso ha tentato di fare all'età di nove anni, provenendo da una famiglia in cui “mio padre era un ministro di satana e mia madre una strega”.
Ma “la trasformazione è in Cristo”, ha detto Cruz a Evangelical Focus.
Tra le altre iniziative, l'evangelista gestisce ora un programma di evangelizzazione urbana chiamato TRUCE, attraverso il quale hip-hop, R&B e la parola, vengono utilizzati per presentare il Vangelo.

"Gesù spezza le maledizioni“
L'esperienza diretta dell'amore di Gesù è arrivata solo dopo anni di coinvolgimento nel “crimine e nella violenza”, continua. “La gente veniva uccisa” e lui era consapevole di poter essere il prossimo a cadere. “Pensavo che non avrei mai avuto l'opportunità di sapere cosa fosse l'amore”.
Ma “Gesù spezza le maledizioni (...) Non ero nessuno, è stato Gesù a rendermi qualcuno”.
Nell'intervista, Cruz ha fatto riferimento anche a David Wilkerson, il giovane pastore “di campagna” venuto a New York per evangelizzare le bande giovanili e che una volta gli disse: “Gesù ti ama, Nicky, puoi uccidermi e tagliarmi in mille pezzi, ma ogni pezzetto ti dirà che Gesù ti ama”.

L'evangelizzazione oggi
Alla domanda su quale sia il cuore del suo ruolo di evangelista, Cruz ha riflettuto sulla necessità di essere “onesti” e “vulnerabili” quando si parla alle generazioni di oggi. Ha ammesso che spesso preferisce parlare di cose diverse dalla sua testimonianza personale, ma che il messaggio centrale del Vangelo rimane lo stesso che ha vissuto decenni fa: “Mi sono affidato alla misericordia di Gesù, ho ricevuto il suo perdono ed egli ha guarito il mio cuore e la mia mente”.
Cruz si è unito a Gary Wilkerson, Jim Cymbala e Zach Meerkreebs durante la conferenza “Fuoco nelle tue ossa” (Fuego en tu huesos) per leader cristiani, dal 2 al 4 maggio a Madrid, che ha culminato in un evento evangelico all'aperto nel centro di Madrid.•

  • Fonte: © Evangelicalfocus.com
  • Autore: Joel Forster
  • Traduzione: Antonio Bosco
  • Upload: Stefano Marano